MILANO Mercoledì 03 Dicembre  2017 ore 22.00 ingresso gratuito

DANIELE TENCA & THE WORKING CLASS BAND

ROCK BLUES

MILANO Mercoledì 03 Dicembre   ore 22.00 ingresso gratuito



Dopo aver  messo il Blues a servizio delle problematiche più che mai attuali quali: il lavoro nero, la precarietà, le morti bianche, le discriminazioni sociali, Daniele Tenca and the Blues for the Working Class Band rivolgono l’attenzione alla situazione economico-sociale dei nostri giorni, dove la crisi e le difficoltà economiche sembrano persino soffocare la rabbia e la necessità di ribellarsi. Testi e musica senza sconti per svegliare le coscienze addormentate di questo terzo millennio.

Il risultato è uno show coinvolgente a livello musicale ed emotivo, che riporta il Blues alla sua originale funzione di veicolo di comunicazione sociale, grazie all’apporto di una Band dall’esperienza decennale insieme ad artisti blues di valore internazionale (Andy J. Forest, Aida Cooper, Keisha Jackson, Ronnie Jones, Arthur Miles per citarne alcuni).

A tre anni dall’esperienza alla Bowery Electric di New York, “Wake Up Nation” è stato presentato al leggendario Stone Pony di Asbury Park, New Jersey, USA, nell’ambito del “Light of Day Asbury Park”, che nel corso degli ultimi anni ha visto protagonisti artisti quali Bruce Springsteen, Willie Nile, Jesse Malin, Joe D’Urso, Joe Grushecky, Jakob Dylan, Darlene Love.

Daniele Tenca ha inoltre concluso a Febbraio 2012 la collaborazione con il bluesman sardo Francesco Piu, con il quale ha firmato, come autore dei testi e in parte compositore, 6 dei brani che compongono l’Album di Piu “Ma Moo Tones”, prodotto da Eric Bibb.



AWARDS


2010 – Vincitore delle selezioni italiane per Band Act all’International Blues Challenge 2010

2010 – Finalista nelle selezioni italiane per l’European Blues Challenge 2010


2011 – Unico rappresentante per l’Italia all’International Blues Challenge 2011, Memphis, Tennessee (U.S.A.), categoria Band Act

2011 – Vincitore premio MEI (Meeting Etichette Indipendenti) “Fuori dal controllo” 2011.